MAURO PAOLETTI

"Fra gli oggetti che ho costruito, i vasi in acciaio sono lo strumento per fissare le forme, le forme dell' equilibrio e dell' armonia. Costruirli per me è una meditazione, studiare un modello e cercare la giusta proporzione è un viaggio introspettivo dove ripercorro ricordi, luoghi e sensazioni.

Lavorare l'acciaio mi riporta ai maestri artigiani che ho avuto la fortuna di conoscere e la sua resistenza mi fa apprezzare la grandezza dell'uomo che l'ha saputo plasmare"


 

RICERCA   SPERIMENTAZIONE   CURIOSITA'

Mauro inizia giovanissimo la sua formazione. Dopo l'apprendistato in una antica officina di lavorazione artistica apre il suo primo laboratorio. Una giovane officina dinamica, dove principalmente si sperimenta nel mondo della lavorazione del metallo. Qui Mauro riconosce subito una forte identità nella realizzazione di complementi per arredamento e la passione per l'acciaio inossidabile.

Nel 2000 crea e commercializza la sua prima linea di oggetti per arredamento; una serie limitata in acciaio, ferro e vetro che rimane in produzione fino al 2005.

La voglia di spaziare e sperimentare, che negli anni a seguire lo porta a realizzare opere in tutta Italia, è sempre stata la caratteristica di Mauro Paoletti: collabora con architetti, musei, pittori, scultori, fotografi e aziende. Assiste i committenti realizzando arredi, complementi, allestimenti scenografici, opere d'arte e prototipi.

Sono numerose le collaborazioni con diversi ristoranti d'Italia per i quali, oltre a realizzare arredi e complementi, concepisce soluzioni per la cucina, come attrezzi su misura e un banco griglia utilizzato in alcuni dei migliori ristoranti d'Italia.

I vasicomunicanti sono la sintesi di un percorso, partito dall'esplorazione della materia, passato dallo studio delle tecniche di lavorazione e dalla ricerca nelle applicazioni e tornato alla materia, l'acciaio, per un altro cammino nell'armonia e nell'equilibrio.


"Ho sempre subito il fascino dei vasi, esistono da migliaia di anni ed esisteranno sempre, come contenitori e come opere d'arte. E' la prima cosa che mi cattura lo sguardo quando entro in una casa, mi piace incontrare quelli fatti a mano, che mi fanno ammirare l'arte e l'abilità di chi li ha costruiti"